Come fare pubblicità su Facebook: Guida N1

L’obiettivo di questo articolo è rispondere nel modo più semplice possibile alla domanda che mi viene maggiormente posta dai miei clienti: “Come posso fare pubblicità su Facebook in maniera efficace? Dato il grande utilizzo della piattaforma anche per un uso personale (ossia farsi gli affari degli altri), riscontro una certa diffidenza nel comprendere la complessità che la piattaforma pubblicitaria di Zuckerberg possa in verità nascondere.

Per progettare al meglio una pubblicità efficace su Facebook, chiamata anche Facebook Ads in uno slang più markettaro, occorre innanzitutto accettare che i termini “pubblicità” e “gratis” non vanno assolutamente d’accordo. Forse un tempo, con budget veramente contenuti (es. 1€/giorno), era possibile portare a casa qualche risultato, ma, oggi, impostare una strategia di web marketing senza un’idea chiara e consapevole di un budget realistico, è il primo campanello d’allarme per una pessima strategia digitale. Parola di digital strategist!

Appurato quindi, ahimè, che non esistono guide magiche su come fare pubblicità su Facebook gratis (a meno che tu non intenda utilizzare gruppi Facebook o chat private), ti confermo che fare pubblicità su Facebook è legale. L’importante è avere buon senso rispetto al messaggio da veicolare e rispettare sempre tutte le Policy che la piattaforma prevede; ti assicuro che, in questo modo, nessun account (tuo e dei tuoi clienti) pubblicitario si farà male.
In questo breve articolo vedremo quindi come pubblicizzare un prodotto su Facebook, step, obiettivi, costi, metodi di pagamento, consigli e perchè dovresti valutare di integrare canali come Instagram e Google Ads all’interno di una strategia digitale a 360°.

Prima di iniziare, per farti comprendere al meglio il mio approccio, quando un cliente chiede in tono dubbioso “ma la pubblicità su facebook funziona?”, io rispondo sempre: DIPENDE! Non dimenticare mai che la variabile umana, denominata anche killer app, è l’unica leva su cui non possiamo lavorare al 100%. Il nostro obiettivo è impostare al meglio ogni singolo step, cercando di immaginare (ed anticipare) qualsiasi bisogno dell’utente all’interno del suo processo d’acquisto, in modo da promuovere il prodotto/servizio giusto, al target giusto, nel momento giusto!

Pubblicità su Facebook

Come promuoversi su Facebook? Sulla piattaforma è possibile individuare il target obiettivo tramite un’accurata attività di profilazione. Profilazione inimmaginabile fino a 15 anni fa! Età, sesso, interessi, posizione lavorative, attività: dati preziosissimi che, in maniera più o meno consapevole, gli utenti regalano a Facebook durante l’utilizzo della piattaforma.

Sapere di poter targettizzare in maniera così approfondita potenziali utenti dovrebbe stimolarci ad avere ben chiari, fin da subito, gli obiettivi di business che vogliamo raggiungere tramite le nuove campagne di Facebook Ads. Inoltre, sapere che possiamo contattarli nuovamente, in un secondo momento, tramite ulteriore attività pubblicitaria (remarketing e retargeting) dovrebbe toglierci ogni dubbio!

Le aziende, infatti, decidono di investire su Facebook per promuovere il proprio brand (brand awareness), far conoscere i propri prodotti e/o servizi, raggiungere prospect e/o fidelizzare clienti già acquisiti nel tempo. Tieni conto che l’obiettivo, inoltre, soprattutto nel breve periodo, non deve essere sempre visto in ottica di ritorno economico. Molti brand investono sul creare e gestire community perchè, oggi più che mai, la fiducia che il consumatore ripone nel brand viene prima di ogni transazione economica. Poiché non si vive di soli like e commenti. vedi questa affermazione come strategia per posizionare nel tempo il tuo brand come unica soluzione possibile ad uno specifico bisogno – > €€€).

Queste 2 considerazioni dovrebbero farti desistere dall’idea di andare su Facebook per promuovere un tuo prodotto/servizio a 30 milioni di persone, comunicando che sei il leader di settore (deciso da chi?) e che i tuoi prodotti sono al 50% di sconto (se non ti conosco il prezzo è relativo). Capisci che è tutta una questione di test, tempo, approccio e capacità di immedesimarsi negli utenti.

Come pubblicizzare un prodotto su Facebook

Per capire come pubblicizzare un prodotto su Facebook, devi sapere che quest’ultimo può essere solo uno dei tanti punti di contatto tra il brand e l’utente lungo il processo d’acquisto. Ecco perché devi sempre ragionare in ottica di considerazione che l’utente può avere, in un dato momento e canale di fruizione, del nostro prodotto.

In parole povere, se grazie ad un’inserzione pubblicitaria su Facebook possiamo dare un breve idea sulle funzionalità del nostro prodotto, sul nostro sito internet avremo sicuramente modo di essere molto più esplicativi e su Instagram, invece, utilizzeremo un visual ancora più coinvolgente per attirare l’attenzione.

“…ok, ma se l’utente non compie l’azione da me desiderata?”

Nessun problema! Come già anticipato nel paragrafo precedente, in caso di mancata “conversione”, avremo modo di ricontattare gli stessi utenti che hanno interagito con uno o più canali digitali in modo mirato. In questo modo, ottimizzerai tempi e budget per focalizzarti sempre su pubblico interessato al tuo brand.

Facebook ADS

Per creare una campagna Facebook ti consiglio di utilizzare l’account pubblicitario del Business Manager, lo strumento ideato per raggruppare tutte le risorse pubblicitarie aziendali in modo da tenere sempre separato profilo personale dal profilo “aziendale”.

 

facebook-business-manager

Una volta impostati tutte le risorse fondamentali nel nuovo account Business Manager (account pubblicitario, pagina primaria, persone, metodo di pagamento, informazioni del BM, pixel, catalogo pubblicitario), apri Gestione Inserzioni.

 

pubblicita-facebook-impostazioni

 

Apparirà questa prima schermata:

 

facebook-obiettivi-marketing

 

Come puoi notare, Facebook propone 3 tipologie di campagne pubblicitarie: notorietà, considerazione, conversione. Vorrei farti soffermare sul fatto che, anche qui, la piattaforma ci ricorda l’esistenza di un processo d’acquisto e di un utente che ha bisogno di tempo per conoscere, accettare e preferire il nostro prodotto/servizio (raggiungo potenziali clienti -> li convinco dei miei valori differenzianti -> propongo una conversione).

facebook-gruppo-inserzioni

 

Ogni campagna pubblicitaria è così composta:
– — CAMPAGNA – > scelta dell’obiettivo tra le macro sezioni
Notorietà/Considerazione/Conversione (es. voglio far conoscere le mie campagne a più utenti possibili o ad utenti potenzialmente inclini a cliccare e/o atterrare sulle mie pagine web?)
– — GRUPPO DI INSERZIONI – > scelta del pubblico, posizionamenti, budget e programmazione temporale delle inserzioni
– — INSERZIONE – > scelta dei contenuti come foto/video, formato visual, testi, link e metodi di monitoraggio performance
ESEMPIO PRATICO: Campagna con obiettivo “INTERAZIONE” per iniziare a far conoscere un nuovo brand di consulenza aziendale per imprenditori a Roma
N.B. Se sei all’inizio con le Facebook ads per la tua azienda, ti consiglio di procedere con gli obiettivi della fase di considerazione per un maggior controllo sulle impostazione della campagna. Questa campagna che ti sta proponendo ha un livello molto basic e non

prende in considerazione l’utilizzo del Pixel di Facebook e relative impostazioni aggiuntive (come gestione del budget CBO, ottimizzazione campagna, tracciamento link con parametri utm)
1) Dai un nome alla campagna in modo da riconoscere immediatamente lo scopo per un secondo momento

 

pubblicita-facebook-nuova-campagna

 

2 ) Una volta entrati nel gruppo inserzione, rinomina il gruppo inserzioni mettendo in risalto elementi come il target o come l’obiettivo (traffico, messaggi, interazione). Per il budget, puoi scegliere tra mensile e giornaliero (cerca di scegliere sempre la seconda opzione per ragionare sempre in ottica di lungo periodo e di modifiche day by day).

facebook-nome-gruppo-inserzioni

 

3) Ora devi impostare il luogo di tuo interesse, il pubblico, gli interessi e la lingua:

facebook-raggio-pubblico

Come vedi, ho inserito utenti tra i 35 e i 55 anni, titolari di aziende e che, nello stesso momento, sono anche interessati all’argomento “marketing”, residenti e non (per intercettare anche i pendolari) in un arco di 40 km da Roma. Naturalmente, possiamo aggiungere altri interessi e restrizioni e le opzioni di targeting sono molto casuali, ma quello che voglio dimostrarti è che Facebook ti permette di essere molto preciso nella ricerca di potenziali clienti.

pubblicita-facebook-definizione-pubblico

 

La piattaforma restituisce, in alto a destra, un pubblico potenzialmente raggiungibile (consiglio: non scendere mai sotto i 2k utenti, potrebbe non partire la campagna per un pubblico troppo ristretto). In ottica giornaliera, poco più in basso, trovi gli utenti raggiungibili e il numero di azioni potenzialmente realizzabili dagli utenti (es. una campagna traffico potrebbe generare 15 visite al giorno, una campagna interazione potrebbe generare 300 interazioni con il post al giorno).
Prima di procedere con il visual, puoi scegliere il posizionamento delle adv. In un primo momento puoi mantenere tutti i posizionamenti automatici, ma ti consiglio di ottimizzare i posizionamenti in base alle performance delle tue campagne. Tieni inoltre presente che le varie tipologie di campagne hanno determinati posizionamenti.

4) Ora andiamo ad impostare le nostre creatività. Per creatività Facebook intende banner, video, caroselli, prodotti dei cataloghi, canvas, moduli contatto. In questo caso, scegliamo una semplice immagine con un link nel copy. Ricorda sempre di parlare ai tuoi utenti in maniera semplice, di coinvolgerli con contenuti interessanti e di invitarli a compiere un’azione.

esempio-pubblicita-facebook

 

Una volta conclusi questi step, procedi cliccando su Pubblica!

Pubblicità efficace su Facebook

Voglio darti alcuni consigli su come fare pubblicità su Facebook in maniera efficace (da noi marketers chiamati anche Tips!):
– utilizza le storie di Instagram: gli utenti sono sempre più presi da contenuti veloci (video) e a tutto schermo. Investi il tuo tempo nella creazione di contenuti coinvolgenti!
– Ricordati di collegare la tua pagina Facebook al tuo account business di Instagram.
– Ottimizza i formati: il layout di un post di Facebook (1000×1000) non può essere adatto al layout verticale di Instagram. Stabilisci fin dal principio le creatività da realizzare in modo da creare contenuti di valore a prescindere dal dispositivo di fruizione.
– Prevedi sempre una landing page (pagina web di atterraggio) e un Pixel per monitorare le attività (lo vedremo in un prossimo articolo) e avere un maggior controllo sulle attività di marketing.

Pubblicità su Facebook: costi 

In una guida base è difficile quantificare e, soprattutto, parlare di budget da investire. Non esiste un budget minimo da prevedere per le campagne Facebook ( o meglio, non puoi scendere sotto €1 al giorno a livello lato tecnico) perchè, di base, il budget varia in base a concetti come settore di riferimento, target, posizione geografica, notorietà del brand, tipologia prodotto/servizio complessità customer journey, visual. Personalmente, anche in ottica locale, semplicemente per far sapere a Facebook che esisti, ti consiglio di non scendere sotto i €15 al giorno e di prevedere, in un secondo momento, budget ulteriore per la fase di nurturing e retargeting.
Anche a livello di tipologia dell’obiettivo scelto, una campagna ad interazione avrà costi minori di una campagna ad obiettivo traffico, ma quest’ultima può avere costi ridotti rispetto ad una campagna conversione. La piattaforma tenderà a farti pagare di più in base alla complessità e alla consapevolezza che l’utente ha nei confronti delle tue ads, ma, nello stesso momento, sponsorizzare il post giusto, al target giusto e nel momento giusto, può aiutarti nell’abbassare il costo delle tue campagne!

Come pagare la pubblicità su Facebook

Bene, la tua campagna è pronta, ma come pagare la pubblicità su Facebook? Esistono vari metodi di pagamento delle inserzioni con i quali puoi investire sul social network blu:

facebook-metodo-di-pagamento

Se sei un professionista o hai un’azienda, ricorda inoltra di aggiornare i dati della tua ragione sociale nella sezione “account pubblicitari” così da poter scaricare le fatture e presentarle al commercialista (le fatture di Facebook sono deducibili fiscalmente come spesa pubblicitaria)!
Naturalmente puoi rimuovere o aggiungere un nuovo metodo di pagamento su Facebook in ogni momento, purché non sia una carta prepagata.

Fare pubblicità su Facebook e legale?

Fare pubblicità su Facebook è legale, basta non infrangere le policy. Nelle policy di Facebook ci sono tutte le regole da seguire per procedere con l’approvazione della campagne pubblicitarie e metti sempre in preventivo di dover richiedere ulteriori controlli manuali da parte dell’assistenza (un’assistenza non sempre chiara nelle decisioni).

Influencer marketing

Questa pratica consiste nel servirsi di una persona con grande visibilità che potrà promuovere il tuo prodotto o servizio. Qui gli accordi possono essere di differente natura. Si può pagare un influencer in percentuale al venduto o pattuire un fisso per il lavoro svolto. In questo caso la persona scelta deve avere un pubblico che sia in target con ciò che deve essere sponsorizzato. Per trovare il giusto influencer si può procedere con una ricerca manuale o affidarsi delle piattaforme online specifiche dove domanda e offerta vengono incrociate. In questo modo potrai facilmente trovare la persona giusta per pubblicizzare il tuo prodotto o servizio.

Come fare pubblicità su internet: osservazioni personali

Per seguire un progetto on line con le dovute accortezze ed ottenere risultati rilevanti ritengo sia necessaria una grande professionalità di più figure che siano esperte nelle aree sopra citate. Una persona da sola, anche se esperta e molto motivata, non può riuscire ad effettuare tutte le mansioni necessarie. Una domanda che spesso mi viene rivolta è quanto costa la pubblicità online? La risposta è una sola, dipende! Il web marketing è una cosa molta seria e se non vengono effettuati i dovuti accorgimenti prima di iniziare si corre il rischio di perdere tempo e denaro.

Parlami del tuo progetto

Ti ricontatterò per un appuntamento gratuito


    *Campi obbligatori

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *